La Storia della Biblioteca di Ischia di Castro

Pur essendo un servizio di recente istituzione, grazie ad un incremento continuo e mirato del patrimonio librario e alla realizzazione di progetti di promozione e valorizzazione di tale realtà informativa e formativa, la biblioteca di Ischia di Castro ha conquistato un ruolo preminente nell’ambito dei servizi culturali, affiancando e supportando con il proprio materiale documentario l’attività del Museo Civico e collaborando con associazioni culturali ed istituzioni scolastiche in iniziative divulgative per la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio storico-artistico del territorio.
La prossimità del Museo Civico e della Scuola Elementare costituisce un ulteriore vantaggio per mantenere e sviluppare l’ideale legame culturale tra istituzioni oggi sempre più interattive, per offrire il più completo corredo di strumenti necessari alla sempre più crescente domanda di conoscenza, informazione e comunicazione.
Ubicata a pianterreno del Palazzo del Municipio, si articola in due locali di cui il primo ospita la sezione di carattere generale e la sezione ragazzi, il secondo la sezione tematica (Storia d’Italia e Sezione Locale) ed il Fondo “Turiddu Lotti”, nucleo originale e caratterizzante della biblioteca, costituito in prevalenza da testi di argomento storico-archeologico e da rare opere di pregio antiquario. In quanto biblioteca a scaffale aperto, entrambe le sale sono destinate alla lettura ed alla consultazione, con uno spazio utilizzato per conferenze, proiezioni, uso degli audiovisivi.