La Storia della Biblioteca di Ischia di Castro

La biblioteca comunale di Ischia di Castro nasce alla fine degli anni ’80 grazie all’acquisizione da parte dell’Amministrazione Comunale del fondo “Turiddo Lotti”, consistente in prevalenza di testi di argomento storico-archeologico e di Sezione locale, testi di interesse antiquario. Nel corso degli anni si è costituita una raccolta variegata completata dall’incremento di testi a carattere generale e disciplinare,  con la continua implementazione delle varie sezioni, generale, ragazzi, tematica, locale, fondo antico. Quest’ultimo in particolare costituisce un elemento connotante della biblioteca, con l’offerta di testi rari e di pregio storico e antiquario. La realizzazione di progetti di promozione di tale realtà formativa ed informativa ha permesso un progressivo sviluppo del patrimonio documentario e della fruizione da parte dell’utenza. L’attuale proposta della biblioteca permette l’accesso ad un fondo librario di oltre 11.000 volumi disposti nell’organizzazione dello scaffale aperto, quindi con una maggiore facilitazione del servizio bibliotecario.