BIBLIOTECA COMUNALE DI ACQUAPENDENTE - INAUGURAZIONE giovedì 30 dicembre della mostra "Il bestiario dell'aldilà e Il Dante ritrovato" in occasione del 700° anniversario della morte di Dante Alighieri

Nell'ambito delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, la Biblioteca e l'Archivio Storico Comunale presentano la mostra "Il bestiario dell'aldilà e Il Dante ritrovato".
La mostra sarà inaugurata giovedì 30 dicembre ore 17 presso la Biblioteca Comunale.
Vi aspettiamo!
La mostra IL DANTE RITROVATO, organizzata dall’Archivio Storico Comunale di Acquapendente, presenta immagini in grande formato, provenienti da lastre negative su vetro riferite a una edizione della Divina Commedia sconosciuta al grande pubblico. Le lastre, della prima metà del ‘900, donate all’Archivio Storico da un privato concittadino, si presentavano molto rovinate nell’emulsione risultando talvolta completamente illeggibili. Per scoprire la qualità delle immagini si è provveduto ad un minuzioso restauro digitale che ha permesso di riconoscere il valore artistico delle opere e individuare soprattutto la rara edizione di provenienza: la “Commedia” di Dante Alighieri, con ragionamenti e note di Niccolò Tommaseo, pubblicata a Milano da Francesco Pagnoni nel 1865, con tavole in rame incise da Giuseppe Gandini, su disegni di Federico Faruffini e Carlo Barbieri. Permane il mistero riguardo all’autore delle foto, le finalità per cui sono state realizzate e come siano finite nelle mani generose del donatore che ci ha permesso di scoprire, con questa mostra, un’opera poco conosciuta ma di grande valore artistico e letterario.
La mostra si completa e si integra con l’allestimento organizzato dalla Biblioteca Comunale di Acquapendente IL BESTIARIO DELL’ALDILA’ per permettere al visitatore di immergersi con un percorso circolare nell’affascinante mondo dantesco. Attraverso un “restyling digitale” e uno stile tra il “fantasy” e il “distopico” vengono presentate alcune delle figure demoniache più conosciute della Commedia proiettate in un universo cibernetico. Una proiezione multimediale ci darà una visione allargata di come l’arte ha trattato le “creature” dell’immaginario dantesco da Gustave Doré a Moebius. La colonna sonora originale che accompagna la proiezione dal titolo “Sinner” è stata composta da Samuele Luciani [chitarra solista e voce] con Marco Serafinelli [batteria] e Giada Possenti [chitarre ritmiche].