Il monumento ai caduti di Marta

Monumenti ai caduti del Comune di Marta

 

La lapide commemorativa

Tipologia: lapide
Ubicazione
: piazza Umberto I
Inaugurazione
: 14 maggio 1920
Promotore
: Comune di Marta
Materiale
: marmo bianco e bronzo

 

A due anni dalla fine della Prima Guerra mondiale il Comune di Marta rese omaggio ai giovani caduti nel conflitto con una lapide commemorativa inaugurata il 14 maggio 1920 oggi posta su un lato di piazza Umberto I. Sulla lapide in marmo bianco dopo la dedica “A onore e gloria dei prodi e valorosi martani” sono riportati i nomi dei trentatré giovani martani.

 

Il monumento del 1926

Tipologia: Monumento figurativo
Ubicazione
: piazza Umberto I
Inaugurazione
: 28 novembre 1926
Promotore
: Comune di Marta
Materiale
: basalto, travertino e bronzo
Scultore
: Giuseppe Ciocchetti

Nei primi mesi del 1926, da maggio ad agosto, il Comune si attivò per la realizzazione di un nuovo monumento e fu contattato lo scultore, Giuseppe Ciocchetti, proprietario degli stabilimenti de “L’Arte Funeraria” con sede a Roma che, dopo una breve trattativa e un ricco scambio epistolare sul progetto del monumento per la scelta delle figure che dovevano andare a decorarlo e per il prezzo, ottenne l’incarico il 21 agosto. Con delibera n. 23 del 27 agosto 1926, il podestà, Luigi Donati, dichiarava ufficialmente di costruire il nuovo monumento. La spesa totale ammontava a lire 17.000: il Comune si faceva carico di lire 4.000 per i lavori di trasporto e di montaggio dell’opera, i cittadini, nonostante la difficile situazione economica, raccolsero la somma di lire 3.000, mentre lire 14.000 furono stornati dalla cifra che doveva essere impiegata secondo bilancio per lavori inerenti i servizi igienici.

Il Comune, nella persona del podestà, si raccomandò continuamente con la ditta Ciocchetti perché l’opera fosse realizzata nel più breve tempo possibile in vista dell’inaugurazione che era inizialmente prevista per il 19 settembre. In seguito a disguidi e problemi tecnici la posa in loco del monumento, in tutte le sue parti, terminò per la fine del mese di ottobre e l’inaugurazione si tenne il 28 novembre.

Il monumento ancora oggi è visibile al centro di piazza Umberto I in buono stato di conservazione; è composto da un basamento in travertino su una base a gradini in basalto. Il lato frontale presenta la dedica “MARTA AI SUOI EROI” sotto una fascia bronzea con spada centrale. Ai due lati si trovano le lapidi con i nomi dei “Morti in guerra”, i “Dispersi in combattimento”, i “Morti in Prigionia” e i “Morti per Causa Guerra”; il nome di ogni singolo soldato è preceduto dal grado militare. Nel lato posteriore, infine, è stata aggiunta la lapide con i nomi dei morti e dei dispersi della Seconda Guerra mondiale. Il monumento è circondato da una ringhiera di ferro con pilastrini in basalto agli angoli.

 

Il monumento del 1921

Tipologia: Monumento figurativo
Ubicazione
: piazza Umberto I (non più esistente)
Inaugurazione
: 22 maggio 1921
Promotore
: Fabrizio Fabrizi
Materiale
: cemento armato, muratura

 

Nel 1921 un facoltoso cittadino romano Fabrizio Fabrizi si offrì di donare a proprie spese un monumento ai caduti della città di Marta da porre nella piazza principale del paese.

Il monumento fu inaugurato il 22 maggio 1921. Si trovava al centro dell’attuale piazza Umberto I; aveva base a pianta triangolare a forma di masso roccioso, decorato alle estremità da tre leoni accovacciati e, alla sommità, si ergeva la figura di un soldato con un braccio alzato. Il 4 novembre mentre a Roma si svolgeva la cerimonia al Milite Ignoto a Marta si rendeva omaggio ai caduti della Grande Guerra con una cerimonia e la deposizione dei fiori davanti al nuovo monumento.

Dopo appena cinque anni il monumento si trovava già in cattivo stato di conservazione tanto che sia le autorità civili, che il popolo martano ne proposero la demolizione e la sostituzione con un altro più decoroso.

 

Emanuela Olimpieri

I Caduti di Marta nella Grande Guerra​:
 

COGNOME E NOME DATA DI NASCITA DATA DI MORTE CORPO MILITARE LUOGO DI MORTE CAUSA DI MORTE
Arcangeli Giovanni 18- 05- 1882 06-06-1917 Soldato, 70° reggimento Fanteria Colonna Disperso
Baldi Bernardino 04-01-1879 13-12-1916 Sergente, 1° reggimento Artiglieria da fortezza Bagnata Forgnoccola Caduta di valanga
Baldi Gorgonio 20-051890 27-08-1916 Soldato, 95° reggimento Fanteria Merna Ferite riportate in combattimento
Calandrelli Alessandro 07-06-1895 12-11-1915 Soldato, 70° reggimento Fanteria Oslavia, 12-11-1915 (disperso) Disperso
Calandrelli Biagio 11-02-1885 23-10-1918 Soldato, 3° reggimento Bersaglieri Orbetello Malattia
Cascitti Angelo 20-05-1890 ? Soldato, 47° reggimento Fanteria ? Ferite riportate in combattimento
Catanesi Giovanni 07-09-1887

 

Soldato, 30° reggimento Fanteria Monte San Michele Disperso
Cempanari Clelio 19-11-1881 25-10-1918 Soldato, 60° reggimento Fanteria Marta Malattia
Ciarmatori Paolo 08-07-1887 12-08-1916 Soldato, 25° reggimento Fanteria Santa Lucia Ferite riportate in combattimento
Fratini Pietro 06-3-1892 21-10-1915 Soldato, 37° reggimento Artiglieria da campagna Villanova Ferite riportate in combattimento
Furietti Mario 30-10-1890 07-11-1915 Caporal Maggiore, 60° reggimento Fanteria Col di Lana Ferite riportate in combattimento
Gatti Riccardo 11-12-1889 22-05-1917 Soldato, 158° Batteria bombarde Carso Ferite riportate in combattimento
Gentili Biagio 21-07-1890 12-11-1915 Soldato, 60° reggimento Fanteria Col di Lana Ferite riportate in combattimento
Gianlorenzo Giuseppe 04-03-1895 21-02-1918 Soldato, 8° reggimento Artiglieria da campagna Ospedale da campo n. 243

 

Governatori Costantino 30-06-1889 03-07-1918 Soldato, 208° Compagnia mitraglieri Col dell’Orso

 

Lupi Ugo 17-10-1884 25-10-1915 Capitano, 130° reggimento Fanteria Monte Boschini Ferite riportate in combattimento
Mantovani Luigi 29-11-1894 04-03-1916 Soldato, 60° reggimento Fanteria Col di Lana Disperso
Marinacci Filippo 10-10-1889 27-01-1916 Soldato, 60° reggimento Fanteria Viterbo Malattia
Maurizi Bartolomeo 14-07-1898 06-03-1918 Soldato, 238° reggimento Fanteria

Tubercolosi
Menconi Pietro 1886

 

 

 

 

Moretti Angelo 13-09-1916 10-06-1917 Soldato, 213° reggimento Fanteria Monte Forno Disperso
Moretti Francesco 02-12-1893 16-06-1916 Soldato, 144° reggimento Fanteria Monte Zovetto Ferite riportate in combattimento
Nicolai Guerrino 07-05-1899 19-07-1920 Soldato, 8° reggimento Artiglieria da Campagna Schio, Ospedale civile

 

Ovidi Gio. Maria 15-02-1887 07-10-1918 Soldato, 58° Compagnia Presidiaria Rovigo Malattia
Palombo Attilio 10-07-1897 30-10-1918 Soldato, 88° reggimento Fanteria Marta, Atto di morte

 

Rinaldi Domenico Antonio 29-08-1876 09-12-1916 Soldato, 208° Battaglione Movimento Terra Valle Fieno Caduta di valanga
Rocchi Arcangelo 25-07-1897 25-09-1918 Soldato, Guardia di Finanza, 18° Battaglione Albania Malattia
Rossi Pietro 01-07-1878 13-06-1918 Soldato, 20° Reggimento Cavalleggeri Roma Marta Malattia
Sassara Alcide 18-09-1899 15-12-1918 Soldato, 19° reggimento Bersaglieri Ospedale da Campo n. 23 Malattia
Sassara Anacleto 22-02-1895 18-07-1918 Soldato, 23° reggimento Fanteria Francia Ferite riportate in combattimento
Silvestri Giovanni 23-06-1887 27-05-1917 Soldato, 263° reggimento Fanteria Quota 100 Ferite riportate in combattimento
Stella Pasquale 13-04-1892 12-04-1915 Soldato, 83° reggimento Fanteria Novoledo Ferite riportate in combattimento
Ugolini Angelo 1888

 

 

 

Disperso
Venanzi Angelo 11-04-1883 14-02-1916 Caporal Maggiore, 125° reggimento Fanteria Plava Ferite riportate in combattimento
Venanzi Bernardino 12-01-1890 21-07-1917 Soldato, 160° reggimento Fanteria Monte San Gabriele Disperso
Vitali Giovanni 13-02-1879 30-03-1918 Soldato, 13° reggimento Artiglieria Marta Malattia
Volpi Luigi 17-06-1899 18-04-1918 Soldato, 12° reggimento Bersaglieri Prigionia Malattia
Zerbini Antonio 21-04-1892 18-12-1917 Soldato, 60° reggimento Fanteria Casera Fenelon Ferite riportate in combattimento