Il Sistema

I Sistemi bibliotecari, sono associazioni di più biblioteche di un’area geografica circoscritta, nati per offrire ai cittadini di quel territorio la possibilità di accedere ad un patrimonio librario, audiovisivo o multimediale molto più ampio rispetto a quello che potrebbe offrire la biblioteca del proprio paese, anche se molto fornita. La Legge Regionale 42/97 (relativa alle norme per le biblioteche, musei e archivi storici) dedica all’argomento dei Sistemi un’attenzione particolare, definendo il Sistema bibliotecario come lo “strumento mediante il quale gli Enti Locali attuano la cooperazione bibliotecaria, la valorizzazione delle risorse, la qualificazione e lo sviluppo dei servizi culturali”.

L’obiettivo di un Sistema bibliotecario è quindi migliorare il servizio normalmente offerto dalla biblioteca grazie allo scambio e all’interazione con le biblioteche dei centri vicini; e questo vale sia per quanto riguarda i libri a disposizione dei lettori sia per quanto riguarda le iniziative realizzate, che saranno di più e di maggiore qualità grazie alla capacità di reperire fondi e agli spunti culturali, entrambi ovviamente maggiori in un’organizzazione collettiva rispetto ad una singola biblioteca. Come dice il proverbio: l’unione fa la forza…

Nell’ambito del Sistema ogni biblioteca cura, accanto alla dotazione di base interdisciplinare, una sezione specializzata di documentazione scritta e multimediale al servizio dell’intero comprensorio: l’obiettivo delle sezioni speciali è quello di favorire la differenziazione sulla standardizzazione e rendere accessibile all’utenza la maggiore quantità possibile di documenti per ogni sezione, in modo tale da soddisfare anche esigenze di livello medio-alto e frenare così la migrazione di domanda di informazione verso altri poli, soprattutto urbani e metropolitani.

Il Sistema bibliotecario del Lago di Bolsena comprende i Comuni di Acquapendente (referente del Sistema), Bolsena, Capodimonte, Gradoli, Grotte di Castro, Ischia di Castro, Marta, Montefiascone, San Lorenzo Nuovo e Valentano.

Nato alla fine degli anni 80, si è costituito in Associazione intercomunale nel 1995 ed è oggi un organismo cooperativo